immagine MM20.jpg

Macchina Multiuso

MM 20

La Macchina Multiuso MM 20 è una macchina agricola operatrice semovente centro snodata con 4 ruote motrici, avanzamento idrostatico, telaio in acciaio elettrosaldato e con assale posteriore basculante.
Essa è stata studiata e realizzata per
usi intensivi, difatti tutta la struttura è stata realizzata per sopportare sollecitazioni molto gravose causate da impieghi continui e da terreni non particolarmente adeguati. La funzione principale della macchina è di agevolare la raccolta di frutti pendenti, ma le configurazioni possibili estendono l’uso della macchina a tutto l’anno.

Tale tipologia di macchina è adatta per aziende medie-grandi con le seguenti caratteristiche prioritarie:

| VELOCITA' DI LAVORO

Garantita dalla potenza idraulica e dal monocomando (joy-stick);

 

| MANOVRABILITA'

Dovuta al sistema sterzante centro snodato che agevola le manovre di presa dei tronchi o dei rami e che grazie alle sue contenute dimensioni di ingombro opera con estrema facilità in piantagioni intensive;

| PRESTAZIONI

Grazie alla sua velocità di spostamento e alla sua manovrabilità, oltre che agli innovativi sistemi di scuotitura, la macchina ha delle prestazioni uniche, superiori di oltre il 30% rispetto a prodotti simili;

 

| STABILITA'

Grazie al sistema delle 4 ruote con assale basculante e alla distribuzione dei pesi al passo degli assali, la macchina è agevole e sicura, nonostante lo sbraccio dello scuotitore al massimo della lunghezza e con tutte le altre applicazioni come l’ombrello intercettatore.

CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE

La MM20 è costruita su un telaio di acciaio elettrosaldato, con snodo centrale su doppio cuscinetto, di cui il primo, l’inferiore, è un cuscinetto di base (ralla) con un carico di 5 tons., e l’altro, il superiore, è snodato a rulli conici concepito per reggere alti carichi. Il telaio anteriore è realizzato in acciai speciali e di adeguato spessore rinforzato da particolari sagomature ed ha nella sua parte inferiore, in apposite culle, l’alloggiamento dei motori idraulici, che sono flangiati con piastre. Sulla parte superiore del telaio anteriore è costruito l’alloggiamento del braccio anteriore, ancorato al telaio da perni e boccole, mentre nella parte centrale vi è l’alloggiamento del cilindro di sollevamento del braccio stesso la cui estensione, permette alla macchina di operare su alberi secolari e in altezza. Il telaio posteriore, nella cui parte centrale è ricavato il serbatoio idraulico, ha una serie di longheroni portanti che vanno dallo snodo centrale al supporto motore, oltre che essere dimensionato per carichi molto maggiori, nella parte inferiore è collocato l’assale basculante fissato da flange di adeguato spessore e resistenza. Nella parte posteriore del telaio è alloggiato il motore diesel e il gruppo pompe idrauliche.


L’impianto idraulico maggiorato è così composto: per la trasmissione vi sono due pompe tandem a portata variabile che comandano i motori idraulici di avanzamento per ogni singola ruota con circuiti separati; mentre una pompa indipendente alimenta le prese idrauliche della macchina, sempre con circuito separato, un’altra a circuito alimenta l’idroguida. Tutti i comandi, sia di avanzamento che dei servizi, sono azionati dal joystick con un sistema di distributori elettroidraulici e sono gestiti da appositi tasti in esso posizionati; la velocità massima della versione base è di circa 20km/h.

Macchina munita di freni idraulici negativi. Il braccio fisso anteriore è munito di un sistema di agganci rapidi e prese idrauliche con predisposizione all’attacco sia dello scuotitore sia dell’ombrello intercettatore.


Posto di guida centrale con sedia ammortizzata, pedana di lamiera bugnata di alluminio antisdrucciolo, pannello di controllo con strumentazione, contaore, allarmi intasamento filtro e segnalatore acustico. Macchina base con gommatura 29X12,50 -15”.

d.jpg

VERSIONI

| MM20 b/Y con motore diesel YANMAR 4TNV98CT-N da 53,7 kW a 2.500rpm (73 cv), stage V da 3.319cc

 

| MM20 con motore diesel KOHLER 3404TCR da 3.359cc, turbo common rail, stage IIIb, in versione omologata da 55,4 kW (75 cv)


| MM20/85 con motore diesel FPT (Fiat Power Trains) F32 da 3.200 cc, turbo intercooler, con potenza da 65 kW (88,4 cv) stage IIIa

OPTIONAL

| Kit Hardware e software per adeguamento industria 4.0, con modulo GPS, per geolocalizzazione e sistemi di comunicazione bidirezionali con interconnessione ai sistemi informatici dell’azienda per teleassistenza, telemanutenzione, controllo da remoto e monitoraggio delle condizioni di lavoro


| Ombrello intercettatore mod. IN 20/5, con apertura da cm 500 con attacchi rapidi, sistema di chiusura avvolgente, aste frizionate e velocità regolabile.


| Aste prolunghe ombrello con telo per mt 1/2/3.


| Pala caricatrice anteriore con pistone ribaltamento e flangiatura.

| *Omologazione stradale con motore KOHLER 3404TCR tarato a 55.4 kW (75 CV)

SCUOTITORE S.P.A.R.E.

Questa famiglia di scuotitori denominata S.P.A.R.E. (Scuotitura Personalizzata Anti-scortecciamento a Risparmio Energetico), frutto di decenni di esperienza e sviluppo, ha al centro le seguenti invenzioni e innovazioni coperte da brevetto industriale, che rendono questo prodotto unico al mondo nella tutela dell’albero:
Scuotitura personalizzata, con variazione della geometria delle masse eccentriche che generano le vibrazioni, dosando la scuotitura in funzione dei bisogni del singolo albero, consentendo di operare sia su piante giovani sia su alberi secolari;
Sistema antiscortecciamento grazie a un sistema di supporti in gomma stratificati;
• Riduzione della
caduta delle foglie;
• Riduzione dei
tempi di scuotitura;
• Riduzione di oltre il
30% della potenza assorbita;
• Riduzione del
consumo di carburante del 40%;
• Abbattimento delle
emissioni di CO2.
Lo scuotitore modello SPARE è costruito con una struttura centrale in acciaio ad alta resistenza con un albero centrale collegato a delle masse eccentriche a geometria variabile. Alle estremità superiori ed inferiori l’albero è abbinato ad apposite flange di accoppiamento alla carcassa dello scuotitore. Lo scuotitore della famiglia SPARE, comandato da un motore idraulico di adeguata potenza. può avere due diverse tipologie di pinza o sistema di “abbraccio” dell’albero: SPARE M, con monobraccio laterale, SPARE B, con pinza bibraccio.